Passionididonna in visita all'EXPO di Milano

Carissime amiche, non capita tutti i giorni di poter assistere ad una manifestazione così importante e anche noi di Passionididonna.it abbiamo voluto partecipare e "assaggiare" le meraviglie che EXPO 2015 ci offre.

L' acquisto dei biglietti online si è rivelato una scelta azzeccata con un  risparmio di qualche euro sia sul biglietto, che sul parcheggio rispetto ad altri rivenditori e, grazie all'acquisto dei biglietti online (dal sito ufficiale), abbiamo avuto modo di usufruire di un varco dedicato all'ingresso che ci ha permesso di saltare la coda.

Decisi a trascorrere un sabato diverso dal solito, consapevoli del caos che avremmo trovato. A dire il vero il traffico non è stato un problema, anzi, abbastanza scorrevole fino al parcheggio Ovest (Milano fiera - M2) che abbiamo facilmente individuato. EXPO dispone di servizi navetta gratuiti che conducono fino all'ingressso dell'esposizione, nel nostro caso (Ovest Fiorenza).

Ai cancelli di ingresso è presente un servizio di sicurezza dotato di metal detector dove occorre depositare gli oggetti metallici allo stesso modo di quanto accade negli aeroporti.

La prima raccomandazione per chi vuole visitare EXPO è quella di dotarsi di scarpe comode perchè vi sarà un bel po' di cammino da fare su e giù tra gli innumerevoli padiglioni che compongono l'esposizione.

E' da apprezzare il mastodontico lavoro svolto da ingegneri, tecnici ed architetti nella fantasiosa realizzazione dei padiglioni e nella capacità di gestire un flusso di così tante persone (nel giorno della nostra visita pensiamo potessero essere presenti oltre 200.000 persone).

foto satellitare expo 2015 milanoL'esposizione si sviluppa ai lati di un lungo viale che si interseca a croce con "Piazza Italia" dove trovano posto 53 padiglioni ed ogni padiglione è un viaggio nella cultura, nei profumi, nei colori e nelle tradizioni di un popolo.

Arrivati a Piazza Italia, volgendo lo sguardo a sinistra si può scorgere l' "Albero della vita", la famosa opera di ingegneria Italiana che ogni mezz'ora circa si colora di luci, giochi d'acqua e musiche.

Quasi tutti i padiglioni erano sommersi di gente e le code per entrare, molto lunghe. Per visitare alcuni padiglioni le ore di attesa arrivavano anche a 3, in particolare quello della Germania, gremito di gente con una coda per accedervi, a parer nostro che superava i 150 metri!

Eatitaly EXPO Milano 2015Unica pecca, per quanto ci riguarda, la carenza della segnaletica: non si capisce bene dove sono i bagni o dove si può mangiare o come fare a tornare alla navetta: qui, il consiglio, è quello di munirsi di mappa.
Non è sempre facile trovare posto per mangiare (e questo sembra essere un paradosso considerando il tema della manifestazione!) soprattutto per chi desidera assaggiare pietanze Internazionali. Il buon cibo Italiano lo troviamo nella zona Eatitaly dove sono presenti ben 20 ristoranti con cucina tipica regionale, oppure in alcuni punti di ristoro Self-service simili a piccoli Autogrill. Per chi ama il fastfood vi sono anche un Mac Donalds ed il padiglione della Coca Cola.

EXPO Milano 2015-50Concludiamo questa nostra breve recensione sulla visita ad EXPO con il piacevole ed emozionante ricordo dell'"Albero della vita", attorno al quale si radunano decine di migliaia di persone per assistere allo spettacolo, migliaia di braccia alzate con telefonini e tablet per immortalare i giochi di luci, suoni e colori prodotti dalla stupefacente opera che sembra abbracciare l'umanità intera, quasi a ricordarci, che siamo tutti fratelli e figli di una natura che giorno dopo giorno ci cresce con i suoi frutti.

Vi abbraccio!

 

Galleria immagini



Lascia un commento a fondo pagina! 😉


-->

Lascia un commento